Ultime Notizie / Letzte News

Motto del mese / Motto des Monats

 

“La fede è qualcosa di assolutamente individuale, e non possiamo e non dobbiamo istituzionalizzarla. Se lo facciamo, diventa una cosa morta, cristallizzata; diventa un credo, una setta, una religione che viene imposta ad altri”. (Jindù Krishnamurti).

 

 

Riflessione del mese / Impuls des Monats

 

 

Fratelli e sorelle,

    Osservando ciò che succede in tutto il mondo di guerre, uccisioni, e violenze, uno ha l’impressione che il mondo del 21. secolo e l’Uomo del 21. secolo divenne così aggressivo poiché ha lasciato Dio e si è allontanato dalla religioni. Eppure quando vediamo la massa che si aderisce alle chiese libere, al fondamentalismo islamista e ad altre forme religiose assieme ai risultati di alcune statistiche, ci appare chiaro che l’Uomo del mondo moderno sta al contrario tornando alla religione. Qui non abbiamo da dedurre che ci sia, apparentemente, un legamento tra il movimento inverso (ritorno alla religione) e la violenza. La domanda che s’impone è ovviamente: Perché? Il perché risiede nella natura stessa della religione.

 

    1. La religione è di per sua nature esclusiva e razzista. Come? Basta dividere il mondo tra fedeli ed infedeli, peccatori e puri, veri credenti e falsi credenti (in un senso fondamentalista della qualificazione) per sapere il perché.

 

    2. La religione di per sua natura rifiuta l’intelletto, lo rigetta e lo indemonia. Tutto sarà contro il dio. Questo deve essere protetto dai suoi fedeli e la sua parola deve essere difesa dalla falsificazione. Sì, il Dio della religione è debole, incapace e impotente.

 

    Oggi invece, abbiamo bisogno della “FEDE”. Questa è una scelta ogni giorno rinnovata. La fede cresce con la maturazione dell’intelletto umano; Essa si serve dalla logica, dalla scienza e dalla forza analitica per comprendere le qualità invisibile del creatore nel creato. In questo senso, la lettera ai romani asserisce: “20Infatti le sue perfezioni invisibili, ossia la sua eterna potenza e divinità, vengono contemplate e comprese dalla creazione del mondo attraverso le opere da lui compiute” (Rm 1,20). La fede ci permette dunque di comprendere le origini per capire meglio il senso dell’esistenza.

Per questo, ecco le qualità della persona di fede: matura, comprensiva, inclusiva, aperta a tutti e a tutte le verità che la creazione le rivela. Se la religione è un insieme di prassi liturgiche inerte, metafisiche e staccate dalla realtà storica, la fede al contrario, è uno stile di vita dinamico, radicato nella realtà vissuta sempre crescente, e soggetto della crescita psico-affettiva della persona umana. Il cristianesimo di per sua nascita, è una rivolta contro la religione statica ed è una proposta di uno stile di vita dinamico intellettuale inclusivo. Nel mondo di oggi vogliamo più uomini e donne di fede, che si identificano con le qualità della fede per salvaguardare e proteggere lo stesso e la specie umana.

 

    All’inizio dell’estate, auguro a voi tutti buone vacanze e divertenti ferie.

 

 

 

                                       P. Marwan Youssef

 

 Le 6 lettere greche/die 6 griechische Buchstaben

  • Le lettere verticali formano la parola „fos“, cioè „luce“.
  • Die vertikale Buchstaben bilden das Wort „Fos“, nämlich „Licht“.
  • Le lettere orizzontali formano la parola „Zoe“, cioè „vita“.
  • Die horizontale Buchstaben bilden das Wort „Zoe“, nämlich „Leben“.

 

Giovanni 10,10 come Motto/Die Bibelstelle Johannes 10,10 als Motto

  • Io sono venuto perché abbiano la vita, e l’abbiano in abbondanza. (Gv 10,10).
  • Ich bin gekommen, damit sie das Leben haben und es in Fülle haben. (Johannes 10,10).

L’acronimo MCI/Das MCI Akronym

  • L’abbreviazione MCI sta per Mission Cattolica Italiana.
  • Die MCI Abkürzung steht für Mission Cattolica Italiana.

 

 

 

 

 

Designed by: P. Marwan Youssef