Ultime Notizie / Letzte News

Motto del mese / Motto des Monats

 

 Indossate l’armatura di Dio per resistere …”. (Ef 6,11a).

 

 

Riflessione del mese / Impuls des Monats

 

 Carissimi,

Questo mese traggo la mia riflessione del tema che ci perseguita in ogni angolo della nostra vita, e cioè: la regola dei 3G (Geimpft; Getestet; Genesen), ovvero corrispondentemente Vaccinato, testato, guarito. Mentre riflettevo circa questo tema mi sono saltati davanti agli occhi versetti della bibbia in cui il termine:

 

1. Geimpft = vaccinato corrispondere in un senso alla difesa e all’armatura che protegge da un pericolo. Essendo esseri biologici fragili, abbiamo bisogno di un sistema di difesa non solo al livello della nostra composizione corporea/biologica, bensì anche psicologica, morale, e spirituale. In questo senso viene chiara l’esortazione di Paolo nella lettera agli Efesini (6, 10-12.14-17): “10Per il resto, rafforzatevi nel Signore e nel vigore della sua potenza. 11Indossate l'armatura di Dio per poter resistere alle insidie del diavolo. 12La nostra battaglia infatti non è contro la carne e il sangue, ma contro i Principati e le Potenze, contro i dominatori di questo mondo tenebroso, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti … 14State saldi, dunque: attorno ai fianchi, la verità; indosso, la corazza della giustizia; 15i piedi, calzati e pronti a propagare il vangelo della pace. 16Afferrate sempre lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutte le frecce infuocate del Maligno; 17prendete anche l'elmo della salvezza e la spada dello Spirito, che è la parola di Dio”.

 

2. Getestet = Testato, corrisponde invece all’esame, nel senso di esaminare tutto o anche essere esaminati per raggiungere un livello di umanesimo più alto o di maturazione umana più sublime, raffinato e perfetto. In questa linea suonano le parole di Paolo nella seconda lettera ai Corinzi (2Cor 13,5-6): “5Esaminate voi stessi, se siete nella fede; mettetevi alla prova. Non riconoscete forse che Gesù Cristo abita in voi? A meno che la prova non sia contro di voi! 6Spero tuttavia che riconoscerete che la prova non è contro di noi.” O anche nella sua prima lettera ai tessalonicesi (1Ts 5,21-22): “21Vagliate/esaminate ogni cosa e tenete ciò che è buono. 22Astenetevi da ogni specie di male”.

 

3. Genesen = guarito che corrisponde alla salvezza da un male oppure da una malattia e quindi salvarsi o essere salvato. Paolo nella lettera ai romani (Rm 1,10b-18) asserisce che tutti gli esseri umani sono stati infettati dal virus della cattiveria, corruzione, disonestà, ingiustizia, avidità, cupidigia, ecc…: “Non c'è nessun giusto, nemmeno uno, 11non c'è chi comprenda, non c'è nessuno che cerchi Dio! 12Tutti hanno smarrito la via, insieme si sono corrotti; non c'è chi compia il bene, non ce n'è neppure uno. 13La loro gola è un sepolcro spalancato, tramavano inganni con la loro lingua, veleno di serpenti è sotto le loro labbra, 14la loro bocca è piena di maledizione e di amarezza. 15I loro piedi corrono a versare sangue; 16rovina e sciagura è sul loro cammino 17e la via della pace non l'hanno conosciuta. 18Non c'è timore di Dio davanti ai loro occhi”. Tuttavia però abbiamo acquistato la guarigione e la salvezza attraverso l’unico immune a tutti questi versus, ossia Gesù Cristo. In 1Pt 2,24 leggiamo: “Egli portò i nostri peccati nel suo corpo sul legno della croce, perché, non vivendo più per il peccato, vivessimo per la giustizia; dalle sue piaghe siete stati guariti”. Oppure anche in Isaia 53,5: “Egli è stato trafitto per le nostre colpe, schiacciato per le nostre iniquità. Il castigo che ci dà salvezza si è abbattuto su di lui; per le sue piaghe noi siamo stati guariti”.

 

La regola trinitaria dei 3G, che ci guida nel nostro camino di lotta contro il virus, bisogna applicarla in tante dimensioni della nostra vita, soprattutto noi cristiani, sale e luce di questo mondo. Noi, non possiamo essere infettati. Ed eccovi sopra il modo di proteggerci oppure di guarire casomai fossimo

già infettati.

 

Tanta salute e successo a voi tutti all’inizio del nuovo anno accademico.

 

 

 

                                       P. Marwan Youssef